martedì 31 dicembre 2013

CORSA DEGLI AUGURI 2013

Una corsa da piazza grande a Montenero
per finire l'anno in solidarietà
e sostenere con uno sport per la vita
una adozione a distanza
con l'associazione Agata Smeralda.
La corsa è dedicata a Richard Martin
scomparso per un attentato terroristico
alla maratona di Boston
e alla sua famiglia.


GRAZIE A TUTTI QUELLI CHE SANNO
METTERSI IN GIOCO CONCRETAMENTE
PER UN OBIETTIVO DI BENE!

martedì 24 dicembre 2013

SANTO NATALE

Carissimo,                               
                   è il mio primo Natale con voi, per questo ho pensato di scriverti questa piccola lettera: fermati un attimo a riflettere davanti al presepio, che abbiamo allestito anche nella nostra chiesa parrocchiale, sul grande Mistero di Dio che si è fatto Uomo.
                 Ieri: nella povera grotta di Betlemme.
                 Oggi: in quella ancor piu’ povera del cuore dell’uomo.
                Sempre: nella fedeltà del suo Amore che non conosce “se” o “ma”, ma sempre si rinnova nel suo SI di ogni giorno.
                  Chiedi perdona per ieri per la tua superficialità ma da oggi e per sempre la tua vita sia un SI al suo immenso Amore per te. Ed allo sarà vero Natale, oggi, domani sempre!
               Gesù oggi vive tra coloro che con umiltà e semplicità incarnano il Vangelo che Lui ci ha lasciato: la Comunità dei credenti, la Chiesa dei Redenti! Tra queste anche la nostra dei Santi Pietro e Paolo, con le sue gioie e difficoltà di ogni genere. Tra queste permangono gravi problemi economici, per questo ti apro il mio cuore perchè anche tu possa contribuire anche con una piccolissima cifra ma stabilmente a contenere il mutuo che dobbiamo pagare. Già alcune famiglie si sono iscritte per questa opera, anche una sola goccia insieme alle altre diventa un mare! Buon Natale!
                                                  Padre Gabriele
     

mercoledì 18 dicembre 2013

CONCERTO DI NATALE

                                            
 
 
LA CORALE GIOVANILE "NUOVO CACCIUCCO", DIRETTA DAL M° NICOLA RICCI, PRESENTA:
                        IL CONCERTO "AUGURI DI CUORE"
ORE 21 NELLA NOSTRA PARROCCHIA, PER AVVICINARSI INSIEME AL S. NATALE

RINGRAZIAMO IN ANTICIPO QUESTI GIOVANI CON IL LORO MAESTRO, PER AVER VOLUTO RAPPRESENTARE IL LORO CONCERTO NELLA NOSTRA PARROCCHIA, DI "CUORE" AUGURO A TUTTI LORO UN SANTO NATALE.

domenica 1 dicembre 2013

INCONTRO CON DON MARIO CORNIOLI

Per i bambini di Betlemme

L’iniziativa alla parrocchia dei Ss. Pietro e Paolo
Don Mario, insieme alle suore del Verbo Incarnato di Betlemme, si occupa di gestire la casa di accoglienza Hogar Nino Dios (Casa di Gesù Bambino) di Betlemme, posta ad appena 50 metri dalla Basilica della Natività, e creata grazie all’importante apporto dell’Unitalsi e del Governo italiano. La struttura conta attualmente 22 bambini, tutti con disabilità o con ritardi mentali, nati in famiglie appartenenti a contesti sociali e religiosi in cui le malformazioni congenite sono ancora viste come una "punizione divina".
«Nascere oggi a Betlemme non è una grande fortuna – spiega "Abuna" Mario, come viene chiamato affettuosamente dai suoi collaboratori, mostrando alcune diapositive - e nascere con dei problemi è ancora peggio. Noi cerchiamo, dal 2005, di offrire una vita dignitosa a questi bambini, cercando e spesso riuscendo a trovar loro una famiglia. E abbiamo bambini appartenenti a qualsiasi religione. Purtroppo, a causa della presenza del muro, si vedrà crescere il numero dei neonati affetti da patologie genetiche, a cui vanno aggiunti forti problemi per il rifornimento idrico».
Il «muro» è una barriera di centinaia di km voluta dal governo israeliano per separare la Cisgiordania da Israele, cercando di arginare così il rischio di attentati suicida contro la popolazione. La costruzione (ancora in corso) ha portato alla confisca di molte terre appartenenti ai Palestinesi, isolando un’intera comunità. La perdita di aree coltivabili, oltre alle problematiche relative all’approvvigionamento e alla coltura dell’olivo, importante risorsa economica della zona, ha portato a un tasso di disoccupazione dell’80%; la costruzione del muro ha comportato problemi nelle comunicazioni e nei rapporti con le altre popolazioni (con aumento di incroci tra le famiglie, e la nascita di bambini con malformazioni), con limitazioni per l’accesso alle strutture sanitarie; la perdita di terre ha portato anche serie difficoltà nell’approvvigionamento idrico, vero motivo di rischio per rappresaglie e rivolte.
«Siamo al centro di una guerra stupida tra due popoli. Noi Cristiani, che siamo in minoranza, possiamo essere un ponte tra queste due culture. In questa situazione noi abbiamo due sfide importanti: non possiamo perdere la nostra umanità, pur in un clima di tali difficoltà, e divulgare la verità su ciò che sta accadendo in queste terre, verità spesso nascosta dai mass media internazionali. Per il problema dell’acqua, ad esempio, nessuno dice o scrive che non arriva nella nostra zona perché dall’altra parte del muro viene chiusa la tubazione. Quindi, è chiaro che la vera forma di giustizia, oltre a quella Divina, è la conoscenza dei fatti reali».
Insieme ai sacerdoti e alle suore con cui condivide il lavoro nella casa, don Mario organizza ogni settimana un momento di preghiera sotto gli Ulivi con la cerimonia eucaristica (in un terreno che il governo israeliano vorrebbe espropriare) e, ogni  Venerdì, la recita del Santo Rosario di fronte al muro, come una sorta di «Intifada della preghiera, nonostante il freddo, la pioggia, il vento e i gas lacrimogeni », dice scherzosamente. E «un muro che ruba sorgenti d’acqua e spacca le relazioni non potrà mai portare la pace. Purtroppo alcune avvisaglie ci fanno capire che la situazione è sul punto di esplodere, e abbiamo molta paura. Da questa battaglia non ci saranno vinti e vincitori: o viviamo tutti in armonia o moriamo insieme».
Padre Gabriele Bezzi, parroco di SS. Pietro e Paolo, ha concluso l’incontro con l’accensione della candela per la pace sull’altare della Croce, di fronte alla raffigurazione dei Re Magi, e con una preghiera in comune per la Terra Santa.
Per essere informati sulle attività di don Mario e degli altri operatori della casa, nonché delle associazioni collegate:
Associazione Habibi: www.associazionehabibi.org
Blog Don Mario, "Io vivo ALDILA’ del Muro": http://abunamario.wordpress.com/
Padre Bezzi, Gli Angeli di Betlemme: http://angelidibetlemme.blogspot.it/Caritas Baby Hospital,
www.aiuto-bambini-betlemme.it
Fabio Figara

domenica 17 novembre 2013

PELLEGRINAGGIO A MONTENERO

FOTO RICORDO DEL PELLEGRINAGGIO
DELLA NOSTRA PARROCCHIA
AL SANTUARIO DELLA MODONNA DI TUTTE LE GRAZIE
A MONTENERO

lunedì 28 ottobre 2013

UNA FOTO DA BETLEMME

 
DA BETLEMME CI GIUNGE QUESTA FOTO
CHE MOSTRA LO STATO DI AVANZAMENTO DEI LAVORI DELLA LUDOTECA
PRESSO L'OSPEDALE PEDIATRICO
CARITAS BABY HOSPITAL.
UN PICCOLO-GRANDE SOGNO
SI STA REALIZZANDO
ANCHE CON IL NOSTRO
PICCOLO AIUTO.
GRAZIE A TUTTI COLORO CHE CI
HANNO AIUTATO!

domenica 27 ottobre 2013

L'ALTARE DELLA ADORAZIONE DEI MAGI


ECCO L'ALTARE DELLA ADORAZIONE DEI MAGI.
DA QUI PARTIRANNO TANTE INIZIATIVE
PER I BAMBINI DEL MONDO
IN PARTICOLARE PER QUELLI DEL 
CARITAS BABY HOSPITAL DI BETLEMME.

sabato 19 ottobre 2013

IL BATTISTERO

SABATO 20 OTTOBRE 2013 
SIAMO TORNATI A BATTEZZARE AL PRIMITIVO FONTE


La vita è fatta di piccoli passi è la nostra parrocchia, passo dopo passo, può essere resa bella dando valore a ciò che c'è già e mantenendo questa casa di Dio dove don Quilici ha messo la propria vita per gli altri. Dio benedica tutti coloro che si prodigheranno a mantenere bene questa Chiesa!



venerdì 11 ottobre 2013

12 OTTOBRE, PRESENTAZIONE UFFICIALE DEL NUOVO PARROCO

IL 12 OTTOBRE ALLE ORE 18.00 SI E' SVOLTA LA CELEBRAZIONE DI
PRESENTAZIONE DEL NUOVO PARROCO PADRE GABRIELE BEZZI
E CELEBRAZIONE SANTA MESSA PRESIEDUTA DA MONS. SIMONE GIUSTI


LA PARROCCHIA HA ESPRESSO GRATITUDINE AL NUOVO PARROCO CHE HA ACCETTATO QUESTO CAMMINO NELLA PARROCCHIA DEI SANTI PIETRO E PAOLO


sabato 5 ottobre 2013

I NOSTRI AMBIENTI REPERTORIO FOTOGRAFICO

 NELLA NOSTRA PARROCCHIA 
I RAGAZZI E I GIOVANI SONO IL PRIMO PENSIERO E PER LORO, 
DA SETTEMBRE A I PRIMI DI OTTOBRE,
ABBIAMO SISTEMATO GLI AMBIENTI 
DANDO UNA NUOVA VESTE,
PIU' ACCOGLIENTE, CALDA E ADATTA.... 

LA "CASA DEI RAGAZZI" VUOLE PROPRIO ESSERE IL LORO AMBIENTE DOVE SVOLGERE TUTTE LE ATTIVITA' E FAR NASCERE PROGETTI NUOVI.

IL REPERTORIO FOTOGRAFICO MOSTRA GLI AMBIENTI, L'INAUGURAZIONE, IL SALONE QUILICI PER LE ATTIVITA' DI CATECHISMO E ORATORIO, LA CUCINA, IL GIARDINO RIPULITO E RESO PIU' ADATTO CON L'ERBA SINTETICA, IL SALONE DAVANTI ALL'UFFICIO PARROCCHIALE,  L'ESTERNO DELLA CHIESA NELL'ATRIO E NEI GRADINI DOVE STAVA CRESCENDO L'ERBA....INSOMMA UN CANTIERE APERTO CHE ORA PREVEDE LA GRADUALE SISTEMAZIONE DEL TETTO SOPRA LE AULE SULLE QUALI PIOVE PER INFILTRAZIONI, DEGLI ALTARI DELLA CHIESA (QUELLO DEL BATTISTERO E' GIA' STATO RESTAURATO) E POCO ALLA VOLTA DI TUTTI QUEI RITOCCHI RESI NECESSARI DAI DANNI DELL'UMIDITA'.

LA PARROCCHIA DEI SANTI PIETRO E PAOLO E' UNA PARROCCHIA POVERA, E DI QUESTO SIAMO CONTENTI PERCHE' LA DEVE FAR SENTIRE UNA PARROCCHIA DI TUTTI, UNA CASA DOVE OGNUNO PUO' CONTRIBUIRE COME PUO' E VUOLE, CON L'AIUTO DELLA MANO O CON L'OFFERTA CHE AIUTA A SOSTENERE LE SPESE. 
IL BILANCIO DELLA PARROCCHIA E' RESO CONSULTABILE ALLA BACHECA DEGLI AVVISI POSTA IN FONDO ALLA CHIESA E TUTTI POSSONO CHIEDERE CHIARIMENTI AL PARROCO, PADRE GABRIELE BEZZI.


 



 











venerdì 4 ottobre 2013

VIENI? ORATORIAMO!


I lavori continuano! 
Dopo gli ambienti della casa dei ragazzi, è la volta del salone per l'Oratorio Quilici. Padre Gabriele con il prezioso aiuto di generosi aiutanti, ha rinnovato gli ambienti del piano terra: la sala parrocchiale, il marciapiede, le scale adiacenti alla parrocchia e l'entrata della chiesa, il salone, la cucina e sta procedendo con la sistemazione del giardino per utilizzare al meglio lo spazio per i ragazzi  e le varie attività.



Un anno avviato all'insegna dell'entusiasmo, della collaborazione, della condivisione. Ad ognuno il compito di contribuire per costruire al meglio questa prosecuzione di cammino! 

lunedì 23 settembre 2013

LA CASA DEI RAGAZZI NON E' PIU' UN SOGNO, MA UNA REALTA'




SONO STATI APERTI
I RINNOVATI LOCALI DELLA PARROCCHIA
CHE POTRANNO ACCOGLIERE
FIN DAL 5 OTTOBRE PROSSIMO
I RAGAZZI CHE INIZIANO
L'ANNO DI FORMAZIONE ALLA VITA CRISTIANA.


sabato 14 settembre 2013

INIZIODELLA FORMAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI


Livorno, 12 Settembre 2013

Carissimi Genitori,

                                   è appena iniziato un nuovo anno scolastico e con esso riprendono anche tutte le attività in parrocchia.

                                   All’inizio di questo mio nuovo servizio come parroco metterò anche in questo importante ambito pastorale tutto il mio entusiasmo e la mia esperienza a servizio vostro e dei vostri figli. Sono altresì convinto che da solo non potrò riuscire a far tutto ma che dovremo collaborare insieme, come avviene in ogni famiglia, mettendo ognuno i dono ricevuti a servizio di tutti per poter fare un vero cammino di fede e di crescita umana.

                                     Per questo vi chiedo di poterci ritrovare tutti insieme per celebrare la Santa Messa delle ore 11 ogni domenica: momento di gioia, di preghiera, di fraternità di vera comunione con il Signore Risorto presente in mezzo alla Sua Comunità. E’ Lui il solo Maestro a cui tutti dobbiamo riferirci, è Lui a cui tutti dobbiamo andare per fare un vero ed autentico cammino di Fede come comunità di credenti. Sarà questo il modo più vero e diretto per crescere nella fede a trasmetterla ai vostri figli, più di tanti discorsi e di tante “prediche”.

Vi aspetto, il vostro parroco

Padre Gabriele

LE ISCRIZIONI SI POSSONO FARE PRESSO L’UFFICIO PARROCCHIALE
 
INIZIO ATTIVITA'
5 OTTOBRE ORE 15,00

 


 

 

 

 

domenica 8 settembre 2013

SOTTO LA TUA PROTEZIONE...

CON IL DIACONO RICCARDO DOMENICI
E PINO CALIENDO
CI SIAMO MESSI SOTTO LA PROTEZIONE
DI MARIA
ALL'INIZIO DI QUESTO ANNO POSTORALE
(7 SETTEMBRE 2013 NATIVITA' DI MARIA SS.)

mercoledì 4 settembre 2013

UN COMPLEANNO IN FAMIGLIA





Nella parrocchia dei Santi Pietro e Paolo la famiglia è importante e come nuovo parroco sono lieto di iniziare così!

giovedì 29 agosto 2013

UN SALUTO AI MIEI PARROCCHIANI E UN IMPEGNO PER CAMMINARE INSIEME

Eccoci arrivati al gran giorno: quello del mio ingresso in Parrocchia!
Il Vangelo di questo mio inizio di Ministero sembra fatto apposta per questa circostanza, lo sento più rivolto a me che a tutti voi. 
Una predica per il Prete, una volta tanto, e non per i fedeli almeno in prima battuta.
Nel momento del mio inizio il Signore mi dice una verità che dovrò sempre ricordarmi nei giorni che verranno: mettiti all’ultimo posto, ovvero fatti servitore di tutti, della mia Parola e di ogni fratello che vorrà attraverso te raggiungermi o trovarmi.

”L'ultimo posto non è una condanna, è il posto di Dio, venuto per servire e non per essere servito. La pedagogia di Gesù è «opporre ai segni del potere il potere dei segni» (Tonino Bello), segni che tutti capiscono, che parlano al cuore. 
All'ultimo posto non per umiltà ma per rovesciare, per invertire la scala di valori su cui poggia la nostra convivenza e per delineare un altro modo di abitare la terra”.(E. Ronchi)

Un programma che apparentemente sembra poca cosa se preso alla leggera ma molto impegnativo, se di queste parole ne facciamo un impegno giornaliero, sapendo che la ricompensa sarà la gioia che Lui, il Signore Servo per Amore, darà a chi vorrà seguirlo sulla sua strada.

mercoledì 21 agosto 2013

ARRIVA IL NUOVO PARROCO A SS. PIETRO E PAOLO


 

di ROBERTO OLIVATO
Padre Gabriele Bezzi è conosciuto ai più per le sue partecipazioni a maratone nazionali ed internazionali, raccogliendo fondi per la realizzazione di progetti di solidarietà o per essere stato per molti anni cappellano della Guardia di Finanza. Non solo. Il parroco è noto anche per essere stato il responsabile diocesano per la Pastorale dello Sport e del tempo libero ed ancora, per aver gestito “la tua parrocchia “, la prima parrocchia web voluta dal vescovo Giusti. Ebbene, il poliedrico francescano padre Gabriele Bezzi, dal primo di settembre sarà il nuovo parroco della chiesa dei Santi Pietro e Paolo.
Padre Bezzi, la sua prima volta come Parroco?Sono stato per quasi 20 anni Cappellano Militare, che è a tutti gli effetti Parroco del Reparto in cui si svolge il servizio, ma se pensiamo alla Parrocchia tradizionale, questa sarà la prima volta”.
Il suo predecessore, a SS. Pietro e Paolo, era don Annibale Reyes Hernandez, dove è stato inviato?Don Annibal é rientrato in Colombia per motivi di salute, colgo l’occasione di Qui Livorno per fargli gli auguri per il futuro e ringraziarlo per quanto fatto a Livorno”.
Diventando parroco continuerà a mantenere l’incarico di responsabile per la Pastorale dello Sport e la gestione del sito  ”la tua parrocchia ondine” ?“Certamente, continuerò con la Pastorale dello sport sia come runner, che come assistente diocesano, così come manterrò anche il mio impegno per il Caritas Baby Hospital di Betlemme”.
Proseguirà nel suo impegno a favore della liberazione dei due Marò?“Al mondo Militare tutto il mio affetto e la mia vicinanza, specie a i nostri due Maro’, Massimiliano Girone e Salvatore Latorre, ancora trattenuti in India. Come diciamo (padre Bezzi fu anche cappellano del S.Marco ndr) al Reggimento San Marco, marò per un giorno marò per tutta la vita ed io ho passato con loro splendidi anni di attività operativa”.
martedì 20 agosto 2013
 

giovedì 18 luglio 2013

DAL 1° SETTEMBRE


Dal 1° Settembre, giorno del mio ingresso nella Parrocchia dei SS. Pietro e Paolo di Livorno, cominceremo la pubblicazione del post con il sunto della mia omelia Domenicale.
Nella pagina il alto, alla voce: "Parrocchia SS. Pietro e Paolo LI", troverete invece tutte le varie informazioni e le notizie della vita parrocchiale.
                                                                Il Parroco

domenica 17 febbraio 2013

DIO NON CERCA SCHIAVI MA FIGLI LIBERI


I Domenica di Quaresima Anno C

In quel tempo, Gesù, pieno di Spirito Santo, si allontanò dal Giordano ed era guidato dallo Spirito nel deserto, per quaranta giorni, tentato dal diavolo. Non mangiò nulla in quei giorni, ma quando furono terminati, ebbe fame. Allora il diavolo gli disse: «Se tu sei Figlio di Dio, di' a questa pietra che diventi pane». Gesù gli rispose: «Sta scritto: “Non di solo pane vivrà l'uomo”». Il diavolo lo condusse in alto, gli mostrò in un istante tutti i regni della terra e gli disse: «Ti darò tutto questo potere e la loro gloria, perché a me è stata data e io la do a chi voglio. Perciò, se ti prostrerai in adorazione dinanzi a me, tutto sarà tuo». Gesù gli rispose: «Sta scritto: “Il Signore, Dio tuo, adorerai: a lui solo renderai culto”». (...)

Se ti prostrerai in adorazione davanti a me… e’ quello che chiede il diavolo al Signore ed ad ogni uomo di sempre. Uomini curvi davanti al potere, alla ricchezza, al tornaconto, curvi o come potremo dire in maniera colta “provoluti” che vuol dire striscianti nella polvere. L’esatto contrario di quello che vuole Dio. Basta pensare che quando il cristiano recita la Preghiera, la sola preghiera che il Signore ha insegnato e donato ai suoi discepoli, bisogna alzarsi in piede e stare davanti al Padre in forma eretta, non lo possiamo fare in ginocchio. Una bella differenza che da sola ci porta a comprendere la novita’ del Messaggio cristiano specie in questi giorni di corvi, di tangenti e di intrallazzi.
Dio non cerca schiavi ossequienti, ma figli che siano liberi, generosi e amanti.
(Letture: Deuteronomio 26, 4-10; Salmo 90; Romani 10, 8-13; Luca 4, 1-13)